Progetto

Il progetto ‘Camminata immersiva nel Monte Grappa’ è in linea con gli obiettivi della Riserva della Biosfera del Monte Grappa, perché promuovendo una mobilità dolce e attività a basso impatto sull’ambiente e sulle comunità locali, rendiamo il turista consapevole dei valori del territorio, delle connessioni tra la natura e la storia, dell’importanza del sostegno all’enogastronomia locale (prodotti caseari e dell’apicultura), promuovendo la destinazione come una eco-destinazione (Obiettivo S2).
La progettazione di percorsi fruibili ad un turismo di persone con disabilità visiva può essere un caso studio replicabile nelle altre Riserve della Biosfera. È possibile diffondere e favorire lo scambio di competenze e la co-progettazione di percorsi accessibili e il tema dell’accessibilità può diventare motivo per rafforzare il network tra Riserve (Obiettivo L4).
Il progetto vuole valorizzare gli aspetti dell’identità locale e i saperi tradizionali legati alla natura e alle pratiche agro e silvo-pastorali, perché sono argomenti di forte attrazione esperienziale e motivazionale per il turista che vuole immergersi nella cultura locale e comprende l’importanza di conservare l’identità culturale locale (Obiettivi S3 e C2).
L’esperienza di cammino attraverso il territorio del Monte Grappa, con i suoi complessi e variegati ambienti, sarà un’occasione per ricordare come in un passato non troppo lontano, il territorio è stato protagonista di due guerre e di migliaia di morti; una testimonianza importante per sottolineare l’importanza della pace in continuità con gli obiettivi delle attività dei tavoli di lavoro tematico della Riserva.

LA ‘CAMMINATA IMMERSIVA NEL MONTE GRAPPA’

La ‘Camminata immersiva nel Monte Grappa’ parte da quota 1200 m, arriva al Sacrario di Cima Grappa a quota 1775 e riscende fino alle trincee di Monte Palon, a 1300m, pernottando nei rifugi e nelle malghe lungo il percorso. Il percorso è stato studiato con l’obiettivo di proporlo al mercato del turismo escursionista e quindi sia ripetibile durante la stagione di apertura delle malghe e dei rifugi (indicativamente da aprile a ottobre).

 

SENTITI LIBERO

Immergiti insieme a noi nelle prossime avventure.